Curiosità del web

Perché Soul (Me) Elena?
Da sempre porto dentro la passione per la scrittura; sembra sempre in procinto di voler esplodere, all'improvviso...
soulmeelena.blogspot.com

lunedì 19 aprile 2010

Primi, Tortelloni al pecorino, Farfalle con i carciofi, Risotto alla trota e radicchio,

Tortelloni al pecorino

Ingredienti: 200 g di farina bianca, 2 uova, 2 tuorli, 1 piccola scarola, un mazzo di crescione, 100 g di spinaci, 1 piccola cipolla bionda, 1 dl di panna, 3 dl di latte, 200 g di pecorino fresco, noce moscata, 30 g di burro, sale, pepe nero.

Preparazione: VERSATE la farina a fontana sulla spianatoia, rompete al centro le uova, unite sale, 1 tuorlo e lavorate gli ingredienti finché la pasta è omogenea. Avvolgetela in carta per alimenti e fatela riposare per 30 minuti al fresco. PULITE e lavate la scarola, il crescione e gli spinaci, riuniteli in una pentola con la sola acqua del lavaggio, salate e cuoceteli coperti per 5 minuti. SCOLATE le verdure, fatele intiepidire, strizzatele e tritatele; pelate la cipolla, affettatela e rosolatela in una padella con il burro. Unite le verdure tritate, fate insaporire, regolate di sale e spolverizzate con 20 g di farina. VERSATE a filo la panna intiepidita e cuocete a fiamma bassa per pochi minuti finché il composto si addensa; unite un pizzico di noce moscata e spegnete. STENDETE la pasta con l'apposita macchinetta in strisce lunghe e sottili, disponetevi l'impasto a mucchietti ben distanziati. Tagliate con la rotella dei quadrati di pasta di 8 centimetri di lato e chiudete i ravioli. PRIVATE il pecorino della crosta, tagliatelo a fettine sottili, mettetelo in un pentolino con il latte e cuocete a fiamma bassa finché il formaggio è sciolto. Unite la fecola diluita in un cucchiaio di latte, mescolate finché si addensa, spegnete il fuoco, unite il tuorlo rimasto e tenete in caldo. TUFFATE i ravioli in acqua bollente salata, cuoceteli, scolateli delicatamente e conditeli con la fonduta di pecorino direttamente nei piatti singoli.

Farfalle con i carciofi

Ingredienti: 250 g di pasta,1 confezione di cuori di carciofo surgelati, 1 arancia non trattata, 50 g di pecorino toscano dolce, 1 spicchio d'aglio, 2 cucchiai di prezzemolo tritato surgelato, 7 cucchiai d'olio extravergine di oliva, sale, pepe nero.

Preparazione: SCALDATE in una padella 5 cucchiai di olio, unite lo spicchio d'aglio sbucciato e schiacciato, lasciatelo dorare mezzo minuto e aggiungete i carciofi ancora surgelati. LAVATE l'arancia, prelevate la metà della scorza con un rigalimoni, spremete il succo e aggiungetelo ai carciofi, regolate di sale e cuocete secondo i tempi indicati sulla confezione. TOGLIETE la crosta del formaggio, tagliatelo a fettine sottili e mettetelo in una ciotola con la scorza dell'arancia, una macinata di pepe e 2 cucchiai di olio. Fatelo marinare per 10 minuti. AGGIUNGETE il prezzemolo ai carciofi, cuocete la pasta al dente, scolatela, unitela ai carciofi, mescolate e fate insaporire il tutto a fiamma alta. DISPONETE il formaggio con la sua marinata lungo i bordi di quattro fondine, versate al centro la pasta e servite.

Risotto alla trota e radicchio

Ingredienti: Riso, radicchio, spumante, brodo vegetale, trota, erba cipollina, limone, grana, cipolla, burro, olio d'oliva, sale, pepe nero.

Preparazione: Dosi per 4: 320 g di riso superfino, un cespo di radicchio di Verona, mezzo bicchiere di spumante, 1 litro di brodo vegetale, 100 g di trota affumicata, un mazzetto di erba cipollina, 1 limone, 30 g di grana grattugiato, 1 cucchiaio di cipolla tritata surgelata, 30 g di burro, 2 cucchiai di olio d'oliva, sale, pepe nero. SPREMETE il limone, riunitelo in una ciotolina con l'olio, 1 cucchiaio di erba cipollina tagliuzzata e un'abbondante macinata di pepe nero e versate sulla trota tagliata a tocchetti. SCIOGLIETE il burro in una casseruola, unite la cipolla e fatela soffriggere per qualche minuto. Versate il riso, tostatelo, bagnatelo con lo spumante e portatelo a cottura aggiungendo, a mano a mano, il brodo bollente. MONDATE il radicchio, tagliatelo a striscioline e aggiungetelo al risotto a due terzi della cottura. Mantecate il riso con il parmigiano, versatelo in quattro fondine, guarnitelo con la trota affumicata e bagnatelo con la sua marinata. Servite subito.